Vendita – Attribuzione patrimoniale gratuita di bene soggetto a vincolo di destinazione perpetuo – Nullità per violazione norma imperativa – Corte di Cassazione, seconda sezione civile, sentenza n. 15240 del 20 giugno 2017

21.06.2017

La seconda sezione civile della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 15240 del 20 giugno 2017, in tema di vendita di beni ha affermato il seguente principio di diritto: ” è nulla, per violazione della norma imperativa dell’art. 1379 c.c. sui limiti del divieto convenzionale di alienazione l’attribuzione patrimoniale gratuita di un bene sottoposto senza limiti di tempo  ad un dato vincolo di destinazione, imposto dal disponente con clausola modale: infatti, essendo consentita in astratto, pena l’inadempimento dell’onerato, solo la circolazione del bene col medesimo vincolo (da riprodurre con apposita clausola, trattandosi di divieto privo di efficacia reale), il diritto di proprietà risulta sottoposto ad un’incisiva compromissione, essendone sostanzialmente sterilizzati sine die i connessi poteri dispositivi”  



Scarica documento